Vuoi segnalarci un premio, un festival, un libro che ti è piaciuto? Scrivici all'indirizzo della redazione

Siamo lieti di condividere con te i contenuti di questo sito. Ti chiediamo solo di citare la fonte e la firma dell'autore.

Non percepiamo alcun compenso per le recensioni e gli altri materiali presenti su Leggi e Scrivi.

Se però acquisti un libro o un prodotto attraverso i link di affiliazione, riceveremo una piccola provvigione

che ci permetterà di migliorare ancora di più questo sito. Grazie per il tuo aiuto. 

Salerno letteratura,

in scena vanno "le Italie"

Dal 15 al 23 giugno torna per la sua settima edizione del festival Salerno Letteratura, una delle più prestigiose manifestazioni del Sud Italia che quest’anno ha per tema "Italie", nel senso di lingue, storie, dialetti dello Stivale.

Il logo scelto per la nuova edizione è un barattolo di vetro al cui interno è visibile un'onda marina.
“Un logo – ha spiegato nel presentarlo l'ideatore Giuseppe Durante – che vuole trasmettere attraverso l’immagine del barattolo l’idea di un contenitore trasparente, che preserva un qualcosa di prezioso, come la letteratura”. 
 

Le novità del 2019

In occasione della presentazione, il direttore artistico Francesco Durante ha illustrato alcune delle novità dell'edizione 2019: “Sarà un festival ancora più internazionale, con ospiti provenienti da venti Paesi e per la prima volta perfino dalla Cina. Salerno ha questa vocazione e il festival può contribuire a rilanciare le economie del territorio. Il tema che attraverserà il festival sarà Italie, nel senso di lingue, storie, dialetti. Avremo poeti dialettali provenienti da tutte le regioni e disegneremo un tour con varie stazioni in altrettanti bar e osterie che serviranno i vini dei luoghi di cui si parla”.

A precedere i nove giorni della manifestazione, in programma dal 15 al 23 giugno, ci sarà uno momento teatrale in cartellone per il giorno 14, mentre la chiusura sarà affidata a uno spettacolo ancora top secret. 

 

Libri e impegno sociale

Salerno Letteratura non è solo libri, ma anche impegno per il sociale, come ricordato da Daria Limatola, presidente dell'associazione Duna di Sale, attiva anche nell'ambito di alcuni progetti europei, l'ultimo dei quali – per l'educazione degli over venti – coinvolgerà nel programma della manifestazione di giugno altri quattro festival.

“Anche il programma ragazzi sarà ricco di novità stimolanti – ha sottolineato Daria Limatola – e offriremo ai giovani la possibilità di avvicinarsi sempre di più al mondo dei libri, grazie alla preziosa collaborazione con scuole e Università”.
 

Visita il sito internet