Vuoi segnalarci un premio, un festival, un libro che ti è piaciuto? Scrivici all'indirizzo della redazione

Siamo lieti di condividere con te i contenuti di questo sito. Ti chiediamo solo di citare la fonte e la firma dell'autore.

Non percepiamo alcun compenso per le recensioni e gli altri materiali presenti su Leggi e Scrivi.

Se però acquisti un libro o un prodotto attraverso i link di affiliazione, riceveremo una piccola provvigione

che ci permetterà di migliorare ancora di più questo sito. Grazie per il tuo aiuto. 

Torneo IoScrittore,

il 30 aprile chiude la selezione

Il 30 aprile alle ore 18 scadono i termini di iscrizione a IoScrittore, il Torneo letterario per romanzi inediti promossi dal gruppo editoriale Mauri Spagnol.

Non ha la celebrità del Calvino, non ha il montepremi del Neri Pozza e non garantisce automaticamente la pubblicazione dell’opera, ma IoScrittore ha comunque molte frecce al suo arco per attirare l’attenzione degli scrittori esordienti.

 

Tra i più interessanti aspetti del concorso: è completamente gratuito e la partecipazione è sempre coperta da anonimato.

Inoltre l’opera deve sì essere inedita e libera da impegni contrattuali con altri editori, ma l’iscrizione non preclude la partecipazione ad altri concorsi o premi letterari in Italia e all’estero.

 

Cos’è IoScrittore e da chi è organizzato

Se Mauri Spagnol non dice molto, meglio consultare la mappa dell’editoria italiana. Nell’elenco delle case editrici che appartengono al gruppo ci sono infatti nomi del calibro di Bollati Boringhieri, Chiarelettere, Corbaccio, Garzanti, Guanda, Longanesi, Nord, Ponte alle Grazie, Salani e TEA.

Una scuderia di rilievo, i cui editor sono coinvolti nell’ultima fase del concorso per scegliere la ristretta rosa dei finalisti e il vincitore.

IoScrittore è nato nel 2010 e da allora ha avuto 27.565 aspiranti autori iscritti. Oltre un centinaio di nuove firme della narrativa italiana sono state pubblicate (almeno in e-book) dopo aver partecipato al Torneo, che per più di qualcuno è stato un prezioso trampolino di lancio.

Un caso esemplare è quello di Ilaria Tuti, scoperta da Longanesi durante l’edizione 2017, che con Fiori sopra l’inferno è stata ai vertici delle classifiche e ha venduto 60.000 copie in pochi mesi, con i diritti di pubblicazione del romanzo venduti in più di 25 paesi e acquistati anche da cinema e televisioni.

Ma prima di lei più di dieci altri scrittori (Valentina D’Urbano, Carla Vistarini, Ignazio Tarantino, Giuseppe Marotta, Michele Catozzi solo per citare qualche nome) hanno trovato spazio nel panorama editoriale con buoni riscontri: gli organizzatori calcolano che le royalties distribuite agli autori vincitori superino già il mezzo milione di euro.

Chi ha vinto l'ultimo IoScrittore ed è stato pubblicato

L’ultima edizione di IoSCrittore, la nona, ha visto più di 2.200 partecipanti iscritti.

Il vincitore della pubblicazione in cartaceo del Torneo letterario IoScrittore edizione 2018 è stato il romanzo Come vivere in un faro e cavarsela.

Come funziona IoSCrittore e cosa mette in palio

IoScrittore vuole essere una vera e propria palestra di scrittura. La sua formula coinvolge attivamente i partecipanti anche in veste di lettori, chiamati a valutare le opere in concorso.

 

I 10 migliori romanzi si aggiudicano la pubblicazione in ebook e per uno o più autori tra tutti gli iscritti al Torneo è prevista la pubblicazione in cartaceo da parte di un’importante sigla editoriale del gruppo.

Gli autori selezionati per la pubblicazione in e-book ottengono il servizio di editing, copertina e progetto grafico oltre alla distribuzione dell’opera in formato elettronico in tutti i principali negozi online italiani.

A questo si affianca la possibilità di una stampa in edizione cartacea on demand che potrà essere acquistata dall’autore, e da chiunque lo desideri leggere in formato cartaceo, su IBS.it (partner di IoScrittore) e sugli altri store on line, in libreria e in circa 200 città del mondo.

Il Torneo si articola in due fasi eliminatorie e una fase finale.

Per partecipare bisogna caricare sulla piattaforma online del concorso l’incipit della propria opera, di lunghezza compresa tra i 25 e i 50 mila caratteri.

I 300 migliori incipit scelti dagli stessi partecipanti accedono alla seconda fase. I nomi dei fortunati saranno resi noti entro il 15 giugno. A quel punto ci sarà un mese o poco più di tempo per chiudere il cerchio: entro le ore 18 del 19 luglio bisogna caricare l’intero testo, che deve avere una lunghezza minima di 160 mila e massima di 800 mila battute spazi inclusi.

 

Anche i 300 romanzi usciti dalla prima selezione vengono nuovamente scremati allo stesso modo.

A ogni partecipante vengono assegnate fino a 10 opere, da valutare entro il 30 ottobre.

Tra metà novembre e metà dicembre, a BookCity Milano, saranno resi noti i nomi dei 10 finalisti del torneo. Il vincitore sarà proclamato entro il 16 dicembre, sempre sotto forma di pseudonimo. Starà poi all’autore decidere se rivelarsi.

Alla scadenza dei termini per iscriversi a IoScrittore manca ormai un mese.

Se volete partecipare, ecco il sito ufficiale dove consultare il regolamento in tutti i suoi dettagli.