Vuoi segnalarci un premio, un festival, un libro che ti è piaciuto? Scrivici all'indirizzo della redazione

Siamo lieti di condividere con te i contenuti di questo sito. Ti chiediamo solo di citare la fonte e la firma dell'autore.

Non percepiamo alcun compenso per le recensioni e gli altri materiali presenti su Leggi e Scrivi.

Se però acquisti un libro o un prodotto attraverso i link di affiliazione, riceveremo una piccola provvigione

che ci permetterà di migliorare ancora di più questo sito. Grazie per il tuo aiuto. 

Urbino e le Città del Libro torna dal 17 al 19 maggio

Dal 17 al 19 maggio Urbino e le città del libro torna con un programma che si snoda tra musica, cinema, laboratori, workshop, dialoghi e letteratura attorno al tema "Pianeti irritabili". Numerosi gli appuntamenti per gli appassionati di scrittura.

Nato nel 2014 da un’idea dello scrittore Alessio Torino per il Parco Letterario Paolo Volponi, con il fine di coinvolgere in un’unica manifestazione le tante eccellenze del libro della città di Urbino e del suo territorio, oggi è promosso dall’associazione Practica con l’obiettivo di promuovere la lettura e la cultura editoriale attraverso presentazioni, reading, incontri con autori e editori, tavole rotonde, laboratori per bambini, workshop di editoria e musica.

Il programma

Ecco alcuni degli incontri più interessanti in tema di letteratura

Venerdì 17 alle 17, il Teatro Sanzio è la cornice dell'incontro con l'attore Luigi Lo Cascio, protagonista di film indimenticabili come I cento passi e La meglio gioventù, che legge pagine del suo esordio letterario Ogni ricordo un fiore (Giangiacomo Feltrinelli Editore).

 

Sabato 18 alle 15.30, sempre al Teatro Sanzio, la prima proiezione dei filmati girati da
Paolo Volponi per il progetto di un documentario su Urbino è accompagnata dalla lettura di pagine inedite dello scrittore da parte di Neri Marcorè.

 

Alle 18, in Fondazione Carlo e Marise Bo, "Spaesamenti": Angelo Ferracuti e Adrián N. Bravi raccontano lo “spaesamento” di una terra e dei suoi abitanti. In collaborazione con BookMarchs.

Domenica 19, alle 12 al Circolo Cittadino, Deborah Brizzi presenta il suo ultimo romanzo La stanza chiusa (Mondadori Electa). Per molti anni in servizio alla squadra volanti della Questura di Milano, oggi lavora all’ufficio anti-stalking. Nei suoi libri racconta da un punto di vista femminile la violenza di genere, la vendetta e la solidarietà tra donne.

 

Alle 17.30 l'esedra del Teatro Sanzio ospita "Vite irritabili", incontro con Cristiano Cavina, Pier Paolo Giannubilo e Vanni Santoni.

Cristiano Cavina, autore legato a temi come la famiglia, la paternità, il lavoro, ha da poco pubblicato Ottanta rose mezz’ora (Marcos y Marcos, 2019).

Pier Paolo Giannubilo, giornalista e insegnante di liceo, è autore di saggi, racconti e romanzi. Il risolutore (Rizzoli, 2019) è il suo ultimo libro.

Vanni Santoni, scrittore e traduttore, dirige la narrativa italiana di Tunué e collabora con il Corriere della Sera. È membro del direttivo di The FLR – The Florentine Literary Review. Il suo ultimo romanzo è I fratelli Michelangelo (Mondadori, 2019).

Alle 18.45 segue sempre in esedra l'incontro con lo scrittore inglese Anthony Cartwright, che presenta il suo romanzo Il taglio (66thand2nd), che si addentra nelle ragioni profonde della Brexit, tra povertà, violenza, emarginazione, rabbia e solitudine delle periferie.

 

Alle 21.30 al Teatro Sanzio Maria Antonietta condivide con il pubblico il suo primo romanzo Sette ragazze imperdonabili (Rizzoli) in un reading concerto.

info@urbinocittalibro.it

www.urbinocittalibro.it